Narrazioni di comunità. Tra memoria e progetto – IX ed.

L’edizione numero 9 della Summer School di Arti performative e community care si svolgerà dal 30 agosto al 6 settembre 2020. Necessariamente ridimensionata a causa dell’emergenza Covid-19, facendo di necessità virtù, ha deciso di orientare le attività a un’attenta riflessione sul senso del percorso finora compiuto dalla Scuola, mettendo a frutto i risultati conseguiti. Da qui il titolo di questa edizione: Narrazioni di comunità. Tra memoria e progetto.

Un’edizione quindi più “riflessiva” in cui abbiamo cercato di salvare comunque la dimensione laboratoriale e performativa che la caratterizza da sempre, per la produzione di artefatti narrativi che verranno condivisi pubblicamente nella consueta performance pubblica finale.

Non abbiamo rinunciato neppure ai Seminari, momenti in cui approfondire i nuclei narrativi su cui lavoreremo in questa edizione, a cura dei docenti della Scuola, seguiti da un’ampia e articolata discussione fra tutti i partecipanti. Per renderli accessibili ad un pubblico più ampio di quello che potrà seguirli in presenza, rilanceremo tutto in Rete in formato podcast. I seminari si terranno tutte le mattine ad Ortelle in piazza San Giorgio.

I laboratori, che ci vedranno impegnati nei pomeriggi, saranno finalizzati a realizzare, attraverso un processo di scrittura collettiva, un documentario per la radio. La co-costruzione della performance narrativa vedrà come sempre la partecipazione dei performer e musicisti della Scuola: i Maestri Andrea Gargiulo, Emanuele Raganato, Luigi Mengoli, Martino Pezzolla, Matteo Pezzolla, Giuliana Gnoni. I contenuti su cui lavorare nei laboratori saranno sia quelli provenienti dai Seminari che si succederanno durante la settimana, sia quelli che emergeranno tutte le sere durante una sessione pubblica denominata Imaging: videoproiezioni e testimonianze, in cui ripercorreremo i temi delle precedenti edizioni della nostra Scuola con l’ausilio di alcuni materiali di documentazione audio-video e con interventi dal vivo di studiosi e testimonial che ci aiuteranno ad approfondire. Dopo aver prodotto il radiodramma, lo si performerà con l’ausilio di un attore e regista teatrale, Pierluigi Mele, che guiderà i partecipanti a presentarlo alle comunità che quest’anno ospitano la Summer School: Spongano e Ortelle.

La Summer School di Arti performative e community care nasce da un’idea della cattedra di Pedagogia Sperimentale dell’Università del Salento tenuta dal prof. Salvatore Colazzo (Università del Salento), che è il responsabile scientifico della Scuola. La Scuola è diretta dalla dott.ssa Ada Manfreda (Università degli studi di Roma Tre) ed è realizzata da EspérO, un’azienda innovativa di ricerca applicata nel campo della formazione e dell’educazione, già spinoff dell’Università del Salento.

La Summer School di Arti Performative e Community Care è un’iniziativa che, sorta nel 2012, ogni anno raccoglie nel Salento formatori, ricercatori e corsisti intenzionati ad approfondire il tema dello sviluppo della comunità locali, a partire da un tema elettivo.
Essa si inquadra in un itinerario di ricerca sul valore delle comunità nelle periferie rurali del Meridione d’Italia, sulla loro possibilità di diventare risorsa per innescare sviluppo locale. Da una prospettiva pedagogica, intende approfondire la questione delle metodologie più idonee per fare degli interventi di sviluppo di comunità, rafforzando la loro capacità di rapportarsi con le questioni nodali dell’oggi, trovando il modo di praticare un’identità inclusiva e partecipativa. Intende, inoltre, proporsi come opportunità di trasferimento di competenze, luogo di riflessione e possibilità di acquisizione di metodologie d’intervento capaci di cogliere il valore delle arti performative nella mobilizzazione dei significati consuetudinariamente praticati dalle comunità. Vede la partecipazione di un qualificato e affiatato team di ricercatori e performer, consolidatosi nel corso del tempo, che uniscono alle competenze pedagogiche e didattiche quelle relative al teatro, alla musica e altre espressioni performative.

L’edizione 2020 è realizzata in collaborazione con Fabbricare Armonie OdV di Spongano ed è patrocinata da: Università del Salento, Conservatorio di Musica ‘Tito Schipa’ di Lecce, Comune di Ortelle, Comune di Spongano. Sono nostri partner: Associazione MusicaInGioco, Archivio Etnografico e musicale ‘P. Sassu’.


Comitato scientifico: Antonio Bonatesta, Giovanna Bino, Andrea Gargiulo, Roberto Maragliano, Luigi Mengoli, Martino Pezzolla, Emanuele Raganato

Gruppo di ricerca-intervento EspérO: Elisabetta De Marco, Giuliana Gnoni, Demetrio Ria

Foto-documentazione: Carlo Elmiro Bevilacqua

Addetta ai rapporti con gli organi di comunicazione: Antonella Lippo


Per partecipare a questa nuova edizione compila questo modulo online:
❗️📝 https://forms.gle/H4TwW8FXyMLCEX4r5 ❗️

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...